COMANDI LINUX 6° PARTE

Personalizzazione ed uso della shell Sono all’interno della mia home, su un utente appena creato su questo sistema, non esiste di piu’ che questo apparentemente sul sistema. Facendo attenzione pero’ e digitando il comando : ls -a per mostrare quindi anche i file nascosti, posso vedere che ci sono diversi file: .bash_history .bash_logout .bashhrc .profile Questi sono file di impostazioni, validi per la mia utenza, quindi sono file che contengono gia’ delle impostazioni, ad esempio .bash_logout, contiene degli script di logout e quindi cosa scrivere quando esco dalla mia consolle, mentre .bashhrc e .profile sono script di login e caricamento della shell e comunque questi sono script che vengono richiamati ogni volta per un particolare evento e ha delle impostazioni come ad esempio imèpostare delle variabili, lanciare dei comandi,oppure creare degli alias. [...]

COMANDI LINUX 5° PARTE

La sintassi: Uguale per tutti i programmi / linguaggi? Solitamente si, in javascript e in perl la sintassi è simile, preg_replace di php utilizza la sintassi di perl, mentre ereg… beh, ereg ormai è deprecato. Anche Ide e programmi di testo come vim, notepad++, Komodo edit, Dreamweaver, etc. supportano il search&replace con le espressioni regolari. Diciamo che la sintassi potrebbe cambiare, ma non di molto. E comunque se imparate quella di perl potrete comunque cavarvela con qualsiasi altra variante ?? [...]

COMANDO uniq

uniq è un comando dei sistemi operativi Unix e Unix-like, che legge un file di testo e lo scrive sullo standard output scartando ogni linea che è identica a quella immediatamente precedente, oppure anche indicando solo le linee che sono diverse dalla linea immediatamente successiva. Per ottenere un elenco che non contenga linee duplicate (o anche un elenco delle linee che sono duplicate) è pertanto necessario che i dati in input siano stati prima ordinati, ad esempio tramite il comando sort. uniq è un tipo di filtro. [...]

COMANDO less

less riprende gran parte delle funzionalità di more, permettendo inoltre di: -scorrere il testo all’indietro anche in caso di dati provenienti dallo standard input; -scorrere il testo fino ad una posizione predeterminata; -effettuare ricerche sia in avanti che all’indietro, evidenziando visivamente le occorrenze trovate. Nel corso degli anni sono stati realizzati port anche per sistemi non Unix, tra cui MS-DOS, OS/2, Microsoft Windows e z/OS, e less ha acquisito ulteriori funzionalità, permettendo di: -scorrere il testo orizzontalmente; -tenere sotto controllo le aggiunte ad un file, in maniera analoga a quanto avviene con il comando tail -f; -essere eseguito in maniera sicura (senza ad esempio possibilità di avviare programmi esterni) impostando a 1 la variabile d’ambiente LESSSECURE; -preprocessare i file da visualizzare (ad esempio decomprimendo automaticamente file compressi) tramite programmi esterni specificati dalla variabile d’ambiente LESSOPEN; -filtrare il testo mostrando solo le linee che soddisfano un’espressione regolare. [...]

Comando SORT

SORT è fondamentalmente un filtro, quindi scrive il suo risultato sullo standard output, e, se si omette file, legge perciò da standard input. SORT ha come scopo principale quello di ordinare, già che c’erano i progettisti gli hanno aggiunto alcune funzionalità similari, chiamandole pomposamente “modi di operazione”. [...]

Formattare_FAT32_su_Ubuntu_Linux

Se utilizzi Ubuntu, puoi formattare un drive in FAT32 aprendo l’utility Dischi (che puoi trovare effettuando una semplice ricerca nella Dash del sistema operativo), selezionando l’unità da formattare dalla barra laterale di sinistra e cliccando prima sulla partizione su cui operare (se il disco non è stato suddiviso in più partizioni, dovrebbe essercene solo una), poi sul pulsante con l’icona dei due ingranaggi e infine sulla voce Formatta partizione. Nella finestra che si apre, imposta l’opzione Compatibile con tutti i sistemi e dispositivi (FAT) dal menu a tendina Tipo, digita il nome che vuoi assegnare al drive nell’apposito campo di testo e pigia sul pulsante Formatta per avviare la formattazione. Se vuoi formattare l’unità in maniera sicura, prima di avviare la formattazione seleziona la voce Sovrascrivere i dati esistenti con zeri dal menu a tendina Cancella. [...]

Comando TR

Comando tr Il comando tr permette di modificare o cancellare caratteri da uno stream di input. Dato ad esempio il file contenente l’elenco precedente, sarà possibile ad esempio sostituire i caratteri newline (accapo) con il carattere “#”, utilizzando il comando in questa forma: [...]

Comandi LPIC 2

LPIC-2 è la seconda certificazione del programma di certificazione professionale multilivello di LPI. LPIC-2 convaliderà la capacità del candidato di amministrare reti miste di piccole e medie dimensioni. Il candidato deve avere una certificazione LPIC-1 attiva per ricevere la certificazione LPIC-2, ma gli esami LPIC-1 e LPIC-2 possono essere affrontati in qualsiasi ordine. [...]

Comando cut

cut (dalla lingua inglese cut, taglia) è un comando dei sistemi operativi Unix e Unix-like legge uno o più file di testo (o lo standard input) estraendo da ogni linea delle sezioni, definite in termini di byte oppure caratteri oppure campi, le quali sono poi mostrate sullo standard output. [...]

CAT

cat è un comando dei sistemi operativi Unix e Unix-like, e più in generale dei sistemi , che legge i file che gli sono specificati come parametri (o lo standard input) e produce sullo standard output la concatenazione del loro contenuto. Il termine “cat” può facilmente essere ricordato attraverso la parola “concatenazione”, ma anche in maniera più semplice dal verbo «to cater», che in inglese significa «fornire». [...]

SPLIT

La funzione del comando split e’ splittare e quindi dividere un file, in piu’ piccoli file. Poniamo che abbiamo un file di 5000 righe [[email protected]]$ for l in $(seq 5000) ; do> echo ” riga numero$l” >> textfile.txt >done Quello che si e’ appena creato con un ciclo for e’ un file txt di 5000 righe Possiamo constatarlo con $wc -l textfile.txtfornisce come risultato5000 textfile.txt [...]

Corso LPIC 2

Ecco a Voi la pagina di NOTIZIE e dei CORSI di Aggiornamento e/o Perfezionamento e dove potersi Iscrivere Per vedere i  CORSI disponibili passare il mouse sulla voce di menu’ e cliccare                        il corso desiderato…. AL MOMENTO SONO PRESENTI 2 CORSI DI AGGIORNAMENTO DISPONIBILI:  CORSO GRATUITO LINUX LPIC 2 Linux Essentials  [...]

MAN e UNAME

man E’ un comando di cui la maggior parte dei sistemi operativi Unix e Unix-like dispone, per visualizzare le cosiddette man pages (abbreviazione di “manual pages”) ovvero le pagine di manuale, che rappresenta un’ampia documentazione in linea utilizzata dalla quasi totalità delle distribuzioni GNU/Linux.UNAME uname (abbreviazione dalla lingua inglese di unix name, nome unix) è un comando dei sistemi operativi Unix e Unix-like, e più in generale dei sistemi POSIX[1], che mostra sullo standard output informazioni sul computer in uso e sul sistema operativo installato, quali ad esempio il tipo e la versione del sistema operativo installato, l’architettura del computer e il suo nome in rete. [...]

History

Nella nostra Linux shell abbiamo una history, ovvero un’ elenco dei comandi lanciati recentemente, che rimane salvato in modo persistente. Digitando il comando history, si verra’ a visualizzare un elenco ( 40 ) di voci che corrispondono agli ultimi comandi lanciati, in ordine cronologico, Sussistono diverse modalita’ per accedere alla history. Bisogna dire prima di tutto che “history” si trova in un file persistente, all’interno della /home con notazione .bash_history L’architettura di history la possiamo vedere con vi .bash_history e all’inetrno potremo trovare tutti i comaandi editabili. Questi quando vengono chiamati il sistema provvede a copiarli e a inserirli con un time stamp nel file omonimo [...]