Funzionamento della CPU 2° Lezione

Istruzione

Un’istruzione è l’operazione elementare che il processore può eseguire. Le istruzioni sono stoccate nella memoria principale, per essere poi trattate dal processore.

Un’istruzione è composta da due campi:
Il codice operazione, che rappresenta l’azione che il processore deve eseguire;
Il codice operando, che definisce i parametri dell’azione. Il codice operando dipende dall’operazione. Si può trattare di un dato oppure di un indirizzo di memoria:

Codice operazione————Campo operando

Il numero di byte di un’istruzione è variabile secondo il tipo di dato (l’ordine di grandezza va da 1 a 4 byte). Le istruzioni possono essere classificate in categorie fra cui le principali sono:
Accesso alla memoria, degli accessi alla memoria o trasferimenti di dati tra registri; Operazioni aritmetiche, operazioni come le addizioni, sottrazioni, divisioni o moltiplicazioni; Operazioni logiche, operazioni AND, OR, NOT, EXCLUSIVE NOT e così via; Controllo, controlli di sequenza, collegamenti condizionali, ecc.

Registri
Quando il processore esegue delle istruzioni, i dati sono temporaneamente memorizzati in piccole memorie rapide da 8, 16, 32 o 64 bit che vengono chiamate Registri. Secondo il tipo di processore il numero totale dei registri può variare da una dozzina fino a più centinaia. I principali registri sono:
-Il registro accumulatore (ACC), che immagazzina i risultati delle operazioni aritmetiche e logiche;
-Il registro di stato (PSW, Processor Status Word), che permette di memorizzare degli indicatori sullo stato del sistema (ritenuta, sorpasso, ecc.);
-Il registro istruzioni (RI), che contiene le istruzioni in corso di elaborazione;
-Il contatore ordinal (CO o PC per Program Counter), che contiene l’indirizzo della prossima istruzione da elaborare;
-Il registro tampone, che immagazzina temporaneamente un dato proveniente dalla RAM.