CORSO GRATUITO LINUX – UNIX – LPI Linux Essentials

Il Corso LPI Linux Essentials è un percorso di formazione adatto a chi si avvicina per la prima volta al mondo delle tecnologie GNU/Linux e Open Source ed è finalizzato a trasmettere i concetti di base di processi, programmi e componenti del sistema Operativo Linux.

 

Al termine del corso il candidato sarà in grado di comprendere il mondo Open Source, con le sue Applicazioni più importanti, e di acquisire competenze tecniche sufficienti per lavorare con la Linux command line.

Le lezioni sono pubblicate sulla pagina Facebook a questo Indirizzo:

Principali comandi Linux 1° parte

Principali comandi Linux 2°parte

Un po’ di Storia : 14 marzo 1994 – Linus Torvalds presenta all’Università di Helsinki la versione 1.0.0 di Linux, la prima versione stabile. Linux è una famiglia di sistemi operativi di tipo Unix-like, pubblicati sotto varie possibili distribuzioni, aventi la caratteristica comune di utilizzare come nucleo il kernel Linux. Oggi molte società importanti nel campo dell’informatica come Google, IBM, Oracle Corporation, Hewlett-Packard, Red Hat, Canonical, Novell e Valve sviluppano e pubblicano sistemi Linux.

Il kernel Linux vide la luce nell’agosto 1991 grazie al giovane studente finlandese Linus Torvalds (Helsinki, 28 dicembre 1969) che, appassionato di programmazione, era insoddisfatto del sistema operativo Minix (sistema operativo unix-like destinato alla didattica, scritto da Andrew Tanenbaum, professore ordinario di Sistemi di rete all’università di Amsterdam), poiché supportava male la nuova architettura i386 a 32 bit, all’epoca tanto economica e popolare. Così Torvalds decise di creare un kernel unix con lo scopo di divertirsi e studiare il funzionamento del suo nuovo computer, che era un 80386.

Il sistema operativo basato sul kernel programmato da Torvalds, chiamato Linux, per girare utilizzava inizialmente, oltre al kernel di Torvalds, lo userspace di Minix. Successivamente, Linus decise di rendere il sistema indipendente da Minix, anche perché non ne gradiva la licenza che lo rendeva liberamente utilizzabile solo a fini didattici, e decise quindi di sostituire quella parte del sistema operativo col software del progetto GNU (acronimo ricorsivo di “GNU’s Not Unix” è un sistema operativo Unix-like, ideato nel 1984 da Richard Stallman e promosso dalla Free Software Foundation, allo scopo di ottenere un sistema operativo completo utilizzando esclusivamente software libero). Per fare ciò, Torvalds cambiò la licenza e adottò la GPL, che tra l’altro considerava buona per il suo sistema operativo a prescindere dal software GNU stesso.

Sin dalla versione 0.01 si poteva compilare e far partire la shell GNU Bash. Fino alla versione 0.10 era richiesto un computer con Minix per configurare, compilare e installare Linux perché quest’ultimo usava il filesystem del sistema sul quale si appoggiava; dalla versione 0.11 poteva essere compilato da Linux stesso. Presto i sistemi Linux superarono Minix in termini di funzionalità: Torvalds e altri sviluppatori della prima ora di Linux adattarono il loro kernel perché funzionasse con i componenti GNU e i programmi in user-space per creare un sistema operativo completo, pienamente funzionante e libero. Il 12 marzo 1994 il 16º livello di patch del kernel 0.99 divenne Linux 1.0.

Non esiste un’unica versione di Linux, ma esistono diverse distribuzioni (chiamate anche distro), solitamente create da comunità di sviluppatori (community) o società, che scelgono, preparano e compilano i pacchetti da includere. Tutte le distribuzioni sono sviluppate in maniera indipendente a partire dal kernel Linux comune (sia pur in versioni diverse e spesso personalizzate), e si differenziano tra loro per il cosiddetto “parco software”, cioè i pacchetti preparati e selezionati dagli sviluppatori per la distribuzione stessa, per il sistema di gestione del software, i repository e per i servizi di assistenza e manutenzione offerti.

Oggi Linux è una realtà stabile e robusta nel mondo informatico, valida alternativa al software proprietario e massivamente usato negli ambienti di rete e nel campo della ricerca.