CORSI AGGIORNAMENTO

CORSI AGGIORNAMENTO E/O perfezionamento gentilmente concessi dalle societa’ a noi associate

I componenti di Rendez Vous: Tipologie di messaggi

La comunicazione tra tutte le applicazioni connesse a TIB/Rendezvous avviene mediante la definizione di SUBJECT che diventano delle chiavi per lo scambio dei dati.In altri termini un’applicazione Publisher: -raccoglie i dati in un Subject -assegna ad esso un nome (Subject Name) -lo pubblica sul BUS Tibco Tutte le applicazioni Subscribers “in ascolto” sul BUS Tibco: -sono configurate in modo da usare il Subject Name come chiave per la ricezione -riceveranno solo quei messaggi aventi Subject Name coincidente con quello definito in fase di ricezione Le regole di Subject-Naming suggerite da TIBCO sono le seguenti: -Ogni nome dovrebbe essere costituito dalle tre parti, Scopo, Tipo e Filtro -Le parti sono concatenate e separate da un punto .. -Le parti sono a loro volta scomponibili in ulteriori sottoparti al fine di aumentarne progressivamente la specificità Lo Scopo è, per definizione, l’ambito all’interno del quale la restante parte del Subject name è univoca. [...]

GESTIONE DEI FILE SYSTEM

Prima di poter utilizzare un filesystem (es: CDROM, floppy, tape, condivisione di rete windows, directory nfs, partizione fat32 di un hard disk… ) questo deve essere formattato e montato in una subdir della root ( / ). Una volta montato il filesystem risulta accessibile a programmi e utenti in modo trasparente e diventa parte integrante dell’albero delle dir sotto / [...]

RADIO MR.i per tutti …

Ecco tutte le puntate fin qui registrate di Radio Mr. i❗ RPG Free 🔽 Rdi 🔽 PHP 🔽 Web Services 🔽 Node.js e Open Source 🔽 IBM i, alta disponibilità, continuità di servizio 🔽 Blockchain, suggerimenti concreti 🔽 DB2 Web Query per IBM i 🔽 Strumenti di accesso e gestione dell’ambiente IBM i 🔽 Monitoraggio del funzionamento di un sistema IBM i 🔽 SQL, per lo sviluppatore che non deve chiedere mai 🔽 Come accedere in modo ottimizzato a Db2 for i tramite PHP 🔽 Integrazione tra IBM i e Intelligenza artificiale 🌅 Buone Vacanze [...]

Requisiti del software

Il sistema deve soddisfare i requisiti software prima di eseguire l’installazione. Alcuni software sono richiesti e altri facoltativi. Prima di eseguire il programma di installazione, è necessario accertarsi di essere in esecuzione su una piattaforma supportata. Consultare il file Leggimi per informazioni sulle piattaforme e le versioni del sistema operativo supportato. [...]

chmod, chown, chgrp in modalità ricorsiva

Tutti e tre i comandi visti in questa lezione supportano la modalità ricorsiva. Tal modalità è molto comoda se si deve agire su una cartella e su tutto quanto è in essa contenuto.Per attivare la modalità ricorsiva:chmod -R 777 nomecartellaSe digitiamo al prompt di una macchina linux “# ls -alt” ci viene restituita una lista dei file. [...]

chmod con sintassi ottale

Con questa sintassi i permessi vengono assegnati a tutti i livelli simultaneamente. Al posto delle lettere rwx si utilizzano 3 numeri. Facciamo un esempio:chmod 777 nomefileNel nostro esempio abbiamo assegnato a tutti i massimi permessi (cioè “rwx” come nell’esempio precedente). [...]

Gestire i permessi: chown, chgrp

Può essere utilizzato anche per il solo proprietario (in questo caso è possibile omettere il nomegruppo):chown nomeproprietario nomefileFacciamo un esempio: poniamo di voler assegnare il file immagine.jpg all’utente ‘pippo’ ed al gruppo ‘grafici’:chown pippo:grafici immagine.jpgMolto simile a chown è chgrp che si limita a cambiare il gruppo di un file o directory (senza poter intervenire sul proprietario). La sintassi è la seguente:chgrp nomegruppo nomefile [...]

REPQUOTA

Stampa un riepilogo dell’uso del disco e delle quote per i file system specificati. Per ogni utente viene stampato il numero corrente di file e la quantità di spazio (in kilobyte), insieme alle quote create con edquota . [...]

EDQUOTA

edquota è un editor di quote. Uno o più utenti o gruppi possono essere specificati sulla riga di comando. Se viene assegnato un numero al posto del nome utente / gruppo, viene considerato come UID / GID. Per ogni utente o gruppo viene creato un file temporaneo con una rappresentazione ASCII delle quote disco correnti per quell’utente o gruppo e viene quindi richiamato un editor sul file. Le quote possono quindi essere modificate, nuove quote aggiunte, ecc. L’impostazione di una quota a zero indica che non è necessario imporre alcuna quota. [...]

UTILIZZO DEL COMANDO BLKID

Il comando blkid consente di visualizzare informazioni sui dispositivi a blocchi disponibili. Per fare ciò, digitare quanto segue al prompt della shell come root: blkid Per ciascun dispositivo a blocchi elencato, il comando blkid visualizza gli attributi disponibili come l’identificatore univoco universale (UUID), il tipo di file system (TYPE) o l’etichetta di volume (LABEL). [...]

USO DEL COMANDO LSBLK

Il comando lsblk consente di visualizzare un elenco di dispositivi a blocchi disponibili. Per fare ciò, digitare quanto segue al prompt della shell: lsblk Per ogni dispositivo a blocchi elencato, il comando lsblk visualizza il nome del dispositivo (NOME), il numero di dispositivo maggiore e minore (MAJ: MIN), se il dispositivo è rimovibile (RM), qual è la sua dimensione (SIZE), se il dispositivo è letto -only (RO), che tipo è (TYPE) e dove è montato il dispositivo (MOUNTPOINT). [...]

Nice e Renice

Su linux esiste un sistema per impostare/modificare la priorità dei processi, su cui l’utente può agire, per dare maggiore o minore priorità ai propri processi. Per esempio state lanciando un backup con un rsync o facendo un tar, ma non volete che questi processi utilizzino tutta la vostra CPU, in questi casi potete fare uso del comando nice. [...]

Introduzione a VI e VIM

Introduzione a VI e VIM VI ha due modalità di funzionamento: il modo comando (command) e il modo inserimento (input). In modalità inserimento ogni parola verrà inserita direttamente nel file. E’ possibile usare molti comandi per entrare in questa modalità il più comune è i (insert). Entrare in modalità comando è possibile in qualsiasi momento premendo il tasto ESC, ogni lettera verrà interpretata come un comando. [...]