ALIMENTATORE PC

L’importanza di un alimentatore come componente del computer è spesso sottovalutata da buona parte di coloro che hanno un pc.

Come tutti sanno l’alimentatore o PSU (Power Supply Unit) ha il compito di trasformare la corrente alternata dell’alimentazione casalinga (tipicamente sinusoidale di ampiezza 220V e frequenza di 50Hz) in corrente continua di varie ampiezze (12V 5V 3,3V ).

Un primo possibile approccio alla progettazione di un alimentatore è quello lineare. Per prima cosa la corrente alternata viene portata da 220V (110V) a 12 V con un semplice trasformatore, successivamente la forma d’onda sinusoidale viene raddrizzata con un diodo, e resa costante con un condensatore. Il condensatore immagazzina energia durante gli istanti della sinusoide con pendenza positiva e la rilascia negli istanti con pendenza negativa.

Gli alimentatori lineari peccano inoltre di bassa efficienza poiché la potenza non sfruttata viene dissipata completamente in calore.

Alimentatori Switching
L’utilizzo della tecnologia switching è ormai comune. Un SMPS (Switched Mode Power Supply) è solitamente composto da diversi stadi. Per prima cosa troviamo un filtro per la tensione in ingresso all’alimentatore e un rettificatore (realizzato solitamente con dei diodi) che ottiene una corrente DC da 330V in modo analogo a quanto già visto per il rettificatore dell’alimentatore lineare (considerando che i 230V in ingresso sono RMS e non di picco).
Il circuito di switching e la successiva rettificazione dopo il trasformatore può essere anche visto come un DC-DC converter, che trasforma la corrente continua in corrente continua di diversa ampiezza senza idealmente sprecare potenza, e in ogni caso in modo molto efficiente.

Connessioni e uscite
Tipicamente i connettori presenti su un alimentatore ATX sono le seguenti:

-12V 4 pin (o 8 pin per le moderne schde madri ) per l’alimentazione cpu
-20+4 pin per la scheda madre
-connettori pci-express 6/8pin per schede video
-connettori S-Ata per hdd e cd-rom
-connettori molex 4 pin per hdd eide e lettori eide
-floppy disk

Ciascun connettore porta una o più tensioni continue (a seconda dell’utilizzo del connettore stesso) riferite rispetto alla massa. I fili utilizzati rispettano uno standard dei colori che permette facilmente di riconoscere lo scopo di ciascuno di essi: